Il Leone d’oro per il miglior film alla 77ª edizione Mostra del Cinema di Venezia è andato a “Nomadland” di Chloé Zhao; il Gran premio della giuria è andato a Nuevo orden di Michel Franco, mentre il Leone d’argento per la miglior regia è stato vinto da Kiyoshi Kurosawa per Moglie di una spia.

Pierfrancesco Favino per Padrenostro e Vanessa Kirby per Piece of a woman sono stati premiati dalla giuria presieduta dall’attrice Cate Blanchett per la migliore interpretazione maschile e femminile.

Si è da poco chiusa la 77° edizione del Festival di Venezia che nel primo anno della pandemia si è concluso nel migliore dei modi, senza disagi e con le dovute precauzioni anti-covid. Merito prima di tutto della costante e assidua presenza di addetti alla sicurezza, del personale di sala e inservienti – come hanno sottolineato più volte nel corso dell’evento Roberto Cicutto e il direttore del festival Alberto Barbera. 

Fi.Fa. SECURITY Network da diversi anni cura il settore della sicurezza nell’ambito delle più importanti manifestazioni a livello nazionale, e da anni anche il Festival del Cinema di Venezia. Gestire, quest’anno, il più grande festival internazionale al mondo dopo una devastante pandemia, il lockdown e la chiusura delle sale cinematografiche poteva sembrare un grosso azzardo e pericoloso perché i facili assembramenti di migliaia di persone avrebbero permesso la diffusione incontrollata del virus.

L’obiettivo invece è stato raggiunto al cento per cento grazie a un piano studiato ad hoc: un “muro anti-assembramento” davanti al Palazzo del cinema impediva le resse dei fan di fronte al red carpet: meno glamour ma più sicuro.

Il controllo degli accessi con la misurazione della temperatura appena oltrepassato uno dei varchi del festival e appena prima l’ingresso delle sale, dove si proiettavano più film al giorno rigorosamente a distanza di sicurezza e con obbligo di prenotazione online.

E la mascherina? Niente Mask-free al Lido, ma obbligo dell’uso dalle 18, anche all’aperto e durante le proiezioni dei film, senza eccezioni.

“FI.FA. Network è stata scelta per la security e il controllo delle normative anti covid – commenta uno dei titolari, Filiberto D’Angelo – non è stato un evento semplice ma l’abbiamo portato a termine con successo e con i ringraziamenti degli organizzatori. E’ stata anche l’occasione per inserire i nuovi collaboratori formati internamente dalla Fi.Fa. Academy”.

Le grandi star della Mostra

Gli addetti alla sicurezza Fi.Fa. Security Network sono stati incaricati di seguire le grandi star del cinema, del calibro di Cate Blanchett, la bella attrice australiana nota al grande pubblico per aver interpretato il ruolo di Elisabetta I d’Inghilterra in Elizabeth, Tilda Swinton che ha ricevuto il Leone d’Oro alla carriera, la madrina dell’evento Anna Foglietta, nonché giornalisti tra gli altri come Gianni Ippoliti, Tiziana Ferrario.

Anche noi, in questa edizione covid-free, abbiamo avuto il piacere di essere premiati!

Alla Fi.Fa. SECURITY Network, per la professionalità nella gestione della security dell’evento, è stata consegnata la “Coppa Codacons – Ridateci i soldi”: direttamente dalle mani di Gianni Ippoliti, ha ritirato il premio Carmelo Carlà di Fi.Fa. Security Lecce.

 

Gallery dell’evento: 

    

 

UFFICIO STAMPA
FI.FA.SECURITY