Ci siamo quasi. Mancano pochi giorni all’atteso gran premio di F1, all’autodromo del Mugello per il Gran Premio della Toscana Ferrari 1000.

Il debutto in F1 per questo tracciato è un omaggio alla ricorrenza storica che la Rossa, unica squadra presente in tutte le 70 edizioni nella storia dei gran premi di automobilismo, celebrerà quel giorno: la sua millesima gara. 

Il Covid-19 ha stravolto il calendario della Formula 2020, come anche la presenza del pubblico, fino ad ora assente, ma domenica 13 Settembre, le cose saranno diverse: quella del Mugello sarà la prima corsa della stagione con la presenza del pubblico. 

Una presenza contingentata (previste 3000 persone per ogni giornata dislocate nelle tre tribune), accessi regolamentati, compartimenti definiti, pubblico solo nelle tribune per ospitare un ristretto numero di persone tra fans; linee guida molto attente ad evitare ogni tipo di assembramento e contatto: niente lasciato al caso.

A gestire la totalità dei servizi di sicurezza il Gruppo Securitas Metronotte e la Fi.Fa. Security Network, due gruppi di aziende, che in virtù dei consolidati rapporti maturati nel tempo e grazie alla comprovata esperienza nella gestione di grandi eventi si occuperanno di ogni aspetto in maniera complementare. La conoscenza specifica di tutti gli aspetti legati al Mugello Circuit nasce da anni di gestione dei servizi durante la tappa del Moto Mondiale.

Un gran lavoro di squadra: il piano di interventi è stato pensato e pianificato grazie alla stretta collaborazione dello staff della direzione del Mugello Circuit, coordinato da Giuseppe Romano e ai referenti dell’ufficio sicurezza della F1.

Saranno impiegati circa 140 operatori, altamente qualificati e formati all’obiettivo, che lavoreranno sotto la direzione dei due coordinatori, Emanuel Dell’Orto del Gruppo Securitas Metronotte e Simone Vannini della Fi.Fa. Security Network.

 

UFFICIO STAMPA
FI.FA.SECURITY